ArtisticaMente

Liberiamoci dal pregiudizio sul disagio psicologico attraverso l’arte

Visita la pagina Facebook dedicata al progetto per essere aggiornato sulle attività

Si tratta di un programma di prevenzione secondaria nell’ambito della tutela della salute mentale che è allo stesso tempo artistico, culturale e clinico, e che ha come finalità quella di favo­ri­re la diffusione empatica, attraverso le diverse forme d’arte, di informazioni utili a contrastare i pre­giudizi sul disagio psicologico. La caratteristica specifica di questo progetto sta nell’assumere il presupposto secondo cui, il modo più efficace di fare prevenzione nell’ambito della salute menta­le, non è quello di informare solo sui dati epidemiologici. Bisogna invece che la gente sia messa nella condizione di comprendere l’esperienza esistenziale delle persone che soffrono di queste pa­to­logie, perché è solo in questo modo empatico che si possono superare i pregiudizi. Esistono due modi di diffondere una conoscenza del disagio psichico attraverso modalità empatiche. Uno è cer­tamente la testimonianza di persone che hanno sofferto di queste forme di disagio, l’altro è invece quello di utilizzare l’arte. L’arte è infatti il veicolo empatico per eccellenza. L’arte non ha bandiere, non ha confini da difendere, non esprime giudizi. È l’anti-preconcetto per eccellenza.
Le specifiche attività di questo progetto sono:

1) Faber in Mente

Questa attività intende utilizzare l’opera e il pensiero di Fabrizio De André in ambito psichiatrico per il raggiungimento di due obiettivi concreti: quello di favorire la diffusione empatica, attraverso il linguaggio della musica, dei concetti utili a con­trastare i pregiudizi su tutte le forme di disagio psicologico e quello di intervenire nel processo di cura dei pazienti che soffrono di tale disagio. L’iniziativa ha avuto il sostegno morale dalla Fon­da­­zione Fabrizio De André Onlus.

2) Faber per l’Hip-Hop

Un progetto educativo e terapeutico finalizzato a favorire l’autoconsapevolezza del Sé sociale, dell’empowerment personale e della competenza autoaccuditiva. Questo programma d’intervento è stato sviluppato all’interno delle attività della nostra associazione attraverso la collaborazione del dr. Gabriele Catania (responsabile del progetto “Faber in Mente”) e del Dr. Stefano Cesana ideatore del progetto “La cultura Hip-Hop e l’empowerment degli adolescenti” per il Servizio di Psicologia dell’Apprendimento e dell’Educazione in Età Evolutiva dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

3) La Rassegna di Arte Negletta

Persegue gli obiettivi di favo­rire la lotta al pregiudizio attraverso l’espressione artistica. Essa è dedicata alle persone che hanno rac­contato la loro sofferenza attraverso una qualche forma d’arte. Lo scopo è quello di dare visibi­lità alle loro creazioni in modo da favorire il superamento dei pregiudizi e delle irragionevoli paure sui problemi che possono affliggere la nostra sfera psichica. Il regolamento prevede che le opere pre­­sentate (poesie, brevi racconti, canzoni, dipinti, foto, sculture) siano creazioni originali dei par­te­­cipanti. Le persone che presentano opere letterarie, teatrali e musicali possono esibirsi perso­nalmente oppure decidere di affidare i loro lavori all’esecuzione di professionisti. La rassegna in­fatti non è dedicata alle capacità interpretative, ma all’opera presentata.

Eventi organizzati:

4) Tu Prova ad Avere un Mondo nel Cuore

Si tratta di un percorso di riabilitazione psichiatrica attraverso la musicoterapia offerto ai pazienti del Centro Diurno e della Comunità Protetta afferenti all’Unità Operativa di Psichia­tria 1 del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST Fatebenefratelli-Sacco di Milano.

5) La Mu­si­ca in Psichiatria

Questo programma, realizzato in collaborazione con l’associazione “Officine Buone Onlus”, ha lo scopo di offrire ai pazienti ricoverati in reparto psichiatrico dell’ospedale L. Sac­co di Milano, un’occasione di svago e di incontro con dei giovani volontari che mettono empati­ca­mente a disposizione le loro abilità artistiche. Si tratta di cantanti che stanno preparandosi alla carriera artistica e che cercano di acquisire dei crediti formativi esibendosi davanti ai pazienti.

Eventi organizzati:

6) “Esprimere le Emozioni con l’Arte Visiva”

Si compone di un serie di attività di gruppo dove i pa­zienti, sotto la guida di una volontaria, realizzano dei manufatti di arte visiva che poi vengono espo­sti all’interno di eventi organizzati allo scopo di rendere visibile alla cittadinanza la sensibilità emotiva di queste persone.

Eventi organizzati:

7) Se lo sa Mio Padre

Si tratta di un programma di eventi finalizzati ad approfondire il tema dell’autoritarismo e dei suoi effetti deleteri sulla psiche umana, attraverso diverse prospettive, a cominciare dalle canzoni di Fabrizio De André. Un primo evento è stato pro­get­tato assieme alla cooperativa “La Trasgressione” che opera all’interno del Carcere di Bollate. L’idea è quella di avviare una serie di incontri su questo tema, che verrà sviluppato attraverso le can­zoni e le testimonianze, e che ha come scopo quello di favorire l’autoconsapevolezza dei con­flitti interiori legati a questo tema, tra i detenuti che parteciperanno all’evento. Il programma pre­vede la realizzazione di un format che potrà essere rappresentato fuori dal carcere e proposto alla cittadinanza.

8) Il Cinema per la Mente

Consiste nella realizzazione di video-clip tratte dalla cine­matografia nazionale ed internazionale, che sintetizzano i temi inerenti la condizione di neglet­ti­tudine e di disinformazione nell’ambito del disagio mentale. Il progetto, che è stato realizzato at­tra­verso la collaborazione con il periodico indipendente di cultura e di informazione cinemato­grafica Diari di Cineclub, prevede l’utilizzo delle video-clip in due contesti diversi: negli eventi di sensibilizzazione alla lotta contro lo stigma e il pregiudizio in questo campo, e negli interventi di riabilitazione psico-educazionale con i pazienti affetti da qualunque forma di disagio psicologico.

Articoli pubblicati:

Diari di Cineclub pubblica il primo articolo del progetto Il Cinema per la Mente

Il Cinema per la Mente – Secondo articolo pubblicato su Diari di Cineclub

Il Cinema per la Mente – Terzo articolo pubblicato su Diari di Cineclub

Il Cinema per la Mente – Frankestein Dentro e Fuori la Normalità