Aiutiamoli con empatia

Promuoviamo la cultura dell’empatia attraverso gli esperti per esperienza

Visita la pagina Facebook dedicata al progetto per essere aggiornato sulle attività

Questo progetto comprende una serie di attività nelle quali i volontari che hanno passa­to l’esperienza del disagio psicologico in prima persona (i cosiddetti “esperti per esperienza diret­ta”) o quelli che lo hanno vissuto come familiari (“esperti per esperienza indiretta”), svolgono un com­pito di ascolto, sostegno e accom­pagnamento dei nuovi pazienti. Questo progetto si fonda sul principio che una relazione d’aiuto non può essere davvero efficace se la persona che si cerca di aiutare non si sente capita e compresa da chi intende aiutarla. In ragione di tale presupposto ab­biamo cercato di favorire questa condizione perché cre­diamo non ci sia nessuno capace di com­prendere il paziente come chi ha fatto esperienza della stessa forma di disagio. Pensiamo inoltre che sia ne­cessario sostenere quelle opportunità di incontro dove, quando un paziente si trova ad affrontare i temi della sua sofferenza, egli possa sentirsi “alla pari” con il suo interlocutore.

Le spe­ci­fiche attività di questo progetto sono:

1) Accoglienza empatica

I volontari dell’associazione ven­gono formati e supervisionati da esperti del settore, allo scopo di collaborare con il personale del­l’azienda che ci ospita, per svolgere una serie di attività pro pazienti come dare informazioni sul servizio sanitario di cura, ascoltare i pazienti con modalità empatica e sostenerli nelle loro difficol­tà ad accettare le cure.

2) I gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto sia per pazienti che per i loro familiari

L’auto mutuo aiuto rappresenta uno dei modi più utili per favorire lo scambio di esperienze e il reciproco sostegno tra persone che intendono con­dividere ed approfondire una problematica comune. Ogni partecipante può scegliere, in com­ple­ta libertà, di mettere a dispo­sizione degli altri la propria esperienza di vita e le proprie opinioni in un clima di autentica e condivisa solidarietà umana. Attualmente presso la nostra associazione sono at­tivi gruppi sia di pazienti che di genitori di pazienti affetti da disturbi d’ansia e da disturbi del comportamento alimentare. La specificità di questi gruppi consiste nel fatto che non si limitano a per­seguire gli obiettivi tipici del Self-help, ma sono attivi nel diffondere le loro esperienze coin­vol­gendo altri familiari in difficoltà e proponendo interventi nelle scuole o in altri contesti istitu­zio­nali.

3) Sostegno ai pazienti nella gestione dei sintomi

a) Il gruppo “Pronto Soccorso Panico”

Questa attività è rivolta ai pazienti che soffrono di disturbi da Agorafobia con attacchi di panico e consiste nell’insegnare alle persone affette d’ansia e da attacchi di panico le tecniche per la gestione dei sintomi fisiologici dell’ansia. Si tratta di un gruppo aperto, attivo presso la sede operativa della nostra associazione, tutte le setti­ma­ne per novanta minuti, ed è condotto da volontari ex pazienti affetti di questo stesso disturbo.

b) L’accompagnamento ai piani di esposizione graduale

Consiste nell’affiancamento fatto dai volontari ex sofferenti di agorafobia ai nuovi pa­zienti che stanno seguendo un programma di esposizione graduale ai luoghi “fobici” (supermer­cati, metropolitana, mezzi pubblici, accertamenti diagnostici, ecc.).

c) Il gruppo di Musicoterapia per la gestione dell’ansia

Si tratta di un gruppo riabilitativo per pa­zienti con disturbi d’ansia che, attraverso l’utilizzo di una play-list personalizzata di canzoni, impa­rarono a ridurre gli effetti fisiologici dell’ansia.

4) I gruppi di sostegno per familiari e caregivers dei pazienti

Questa attività è rivolta ai familiari e ai caregivers dei pazienti affetti da Agorafobia con attacchi panico. La finalità è quella di aiutare queste persone a sostenere in modo corretto e funzionale i loro parenti o amici affetti da questa patologia. Il gruppo è attivo con incontri di due ore a cadenza bimensile ed è condotto da ex pazienti e da familiari di ex pazienti. Al momento sono attivi due gruppi di sostegno distinti:

a) Gruppo di genitori pazienti DAP adulti

b) Gruppo di genitori pazienti DAP adolescenti

5) Aiutiamo le Scuole

Consiste in una serie di interventi informativi sul disagio psico­logico realizzati presso le scuole, allo scopo di favorire la prevenzione secondaria nell’ambito del disagio psicologico.

6) Sostegno Socio-Assistenziale ai pazienti psichiatrici

Il pro­gramma si rivolge ai pazienti psichiatrici del bacino d’utenza del Dipartimento di Salute Mentale della ASST Fatebe­ne­fratelli-Sacco che ospita la nostra associazione, e consiste nel fornire assistenza al paziente ri­guar­do l’espletamento di attività burocratico-amministrative (ritiro/consegna di documenti, paga­men­to bollette, disbrigo di pratiche varie) che il paziente non riesce ad ottemperare. E’ inoltre pre­vista la possibilità di offrire sostegno economico a pazienti psichiatrici meno abbienti, previa va­lutazione degli assistenti sociali e dei dirigenti sanitari titolari del caso.